• Redazione

La Repubblica di San Marino e il contratto di affidamento fiduciario

Aggiornato il: feb 25

Un nuovo strumento in tema di destinazione e segregazione patrimoniale



Nemini teneri ovvero "Non dipendere da nessuno": questa frase è stata rinvenuta in un documento dello Stato di San Marino e ben rappresenta il forte spirito di indipendenza che connota la piccola enclave.


Questa piccolo Stato di circa 33 mila abitanti oltre ad essere rinomato per il centro storico della sua capitale Città di San Marino e del Monte Titano che a partire dal 2008 fanno parte del patrimonio dell’umanità dell’UNESCO è anche famoso per aver dato vita ad una particolare disciplina in tema di destinazione e segregazione patrimoniale: il contratto di affidamento fiduciario.


Si tratta di uno strumento simile al trust e al contratto fiduciario e ai mandati fiduciari che si stipulano con le società fiduciarie a cui siamo abituati.


Vediamo quali sono le caratteristiche di questo contratto della Repubblica del Monte Titano. Innanzitutto partiamo dalla sua definizione: all’art. 1 comma 1 della legge n. 43/2001 si legge che “L’affidamento fiduciario è il contratto con il quale l’affidante e l’affidatario convengono il programma che destina taluni beni e i loro frutti a favore di uno o più beneficiari, parti o meno del contratto, entro un termine non eccedente novanta anni.


In sostanza vi sono due soggetti principali: l’affidante e l’affidatario, il quale riceve e gestisce i beni in base ad un programma di gestione programmato nel contratto ad opera dell’affidante.

L’attività svolta dall’affidatario è quindi rivolta o all’affidatario stesso o ai beneficiario da lui indicati; così come accade negli altri strumenti di destinazione, il patrimonio creato dal contratto è distinto rispetto a quello personale dell’affidante e dell’affidatario il quale, nei limiti fissati, ha piena libertà e discrezionalità nella gestione dell’incarico.


Se il trust è un atto unilaterale di destinazione, quello di affidamento fiduciario è un contratto tra queste due parti diretto alla protezione di particolari interessi.


Grazie all’esperienza straniera, anche il nostro ordinamento ha accolto questo tipo di contratto per finalità di protezione verso soggetti deboli come disabili, incapaci, soggetti sottoposti ad amministrazione di sostegno, eccetera: parliamo della legge “Dopo di noi”.


#affidamento #fiducia #patrimonio #pianificazione #futuro

32 visualizzazioni

TORINO

CORSO FIUME 2

 

011-6605068

MILANO

PIAZZALE BIANCAMANO 8

02-30316834

Chi siamo

Siamo una "boutique legale" dedicata al diritto tributario e al diritto ereditario con un focus sulle successioni internazionali, passaggio generazionale delle imprese e strumenti di pianificazione patrimoniale.

 

Read More

 

© 2019 Protezione Patrimoni | Wealth Trust s.r.l. 12096860015 | info@protezionepatrimoni.it

Unisciti alla nostra
Mailing List
  • Bianco YouTube Icona
Protezione Patrimoni