301111088347312
top of page
  • Immagine del redattoreRedazione

PMI: la forza della nostra economia. Come possiamo supportarle?

Le imprese familiari in Italia si occupano di una vasta gamma di attività economiche, spaziando da settori tradizionali come l'agricoltura, l'artigianato e il commercio, fino ad arrivare a settori innovativi come la tecnologia e il digitale. Le imprese familiari possono essere di piccole, medie o grandi dimensioni e possono essere attive in vari ambiti come ad esempio la produzione, la distribuzione, la consulenza, l'edilizia, il turismo, l'abbigliamento, l'alimentare, e molti altri.


Spesso queste imprese hanno una forte radicazione territoriale e svolgono un ruolo importante nella creazione di lavoro e nell'innovazione del tessuto economico e sociale delle comunità locali.


In base ai dati dell'Istat relativi all'anno 2020, le imprese familiari in Italia rappresentano circa il 90% del totale delle imprese attive nel paese, contribuendo in modo significativo all'economia nazionale e all'occupazione



Ma quali sono le criticità delle nostre piccole e medie imprese?

Cominciamo con il dire che ragioneremo per sintesi; è chiaro che ci sono specificità territoriali o contingenze come la pandemia che esulano da questa analisi.


Le piccole e medie imprese (PMI) in Italia possono affrontare diverse difficoltà, tra cui:


Accesso al credito: le PMI possono avere difficoltà ad accedere ai finanziamenti necessari per investire nell'attività, innovare, espandersi o superare momenti di difficoltà. Questo problema è stato aggravato dalla crisi economica degli ultimi anni e dalle restrizioni imposte dalla pandemia. L’inasprimento è stato più forte nei confronti delle imprese anche in termini di tassi. Quelli sui nuovi prestiti alle aziende sono arrivati in media al 3,55%, dal 3% di novembre. Sono invece scesi i tassi per i mutui delle famiglie (dal 3,55 al 3,36%) e per il credito al consumo (da 9,25 a 9,22%).


Burocrazia: l'Italia è spesso criticata per la sua eccessiva burocrazia, che può rappresentare un ostacolo per le PMI, soprattutto per quelle di piccole dimensioni, che possono avere difficoltà a gestire la complessità delle procedure amministrative. Sempre per essere concreti, il costo della burocrazia varia da 108 mila euro per una piccola impresa ai 710 mila euro per un'azienda di medie dimensioni e, in termini di tempo la "gestione delle carte" richiede tra i 45 e i 190 per un collaboratore dedicato.


Concorrenza internazionale: la globalizzazione ha reso la concorrenza più agguerrita e ha portato ad un aumento della concorrenza a livello internazionale, in cui le PMI italiane possono avere difficoltà a competere con imprese più grandi, dotate di maggiori risorse e tecnologie avanzate.


Innovazione: le PMI possono avere difficoltà a investire in innovazione e sviluppo tecnologico, che sono diventati sempre più importanti per rimanere competitive e rispondere alle esigenze dei clienti.

Dall'immagine qui allegata, è evidente il livello di difficoltà in termini di digitalizzazione che sconta l'Italia e che inevitabilmente si ripercuote sull'innovazione.


Fiscalità: il sistema fiscale italiano può essere complicato e costoso per le PMI, soprattutto per quelle di piccole dimensioni, che possono avere difficoltà a gestire le tasse e gli oneri fiscali.


Formazione: le PMI possono avere difficoltà a trovare personale qualificato e addestrato, soprattutto in settori innovativi o specializzati, a causa della mancanza di formazione adeguata e di una scarsa disponibilità di professionisti. Secondo Will Italia, oggi 4 aziende su 10 non riescono a a trovare professionisti in possesso delle competenze richieste, considerato anche che siamo il Paese che si colloca al 17mo posto per laureati in materie STEM e addirittura 21mo per competenze digitali.




Ma allora che cosa è possibile fare?

Ecco alcuni esempi di come le PMI in Italia possono superare le criticità di cui abbiamo parlato:


Accesso al credito: le PMI possono cercare di accedere a finanziamenti alternativi, come il crowdfunding o il leasing, oppure possono cercare di costruire una solida relazione con le banche locali, dimostrando una buona gestione dell'attività e la capacità di generare profitti a lungo termine (pianificare un passaggio generazionale è indice di salute dell'azienda anche in chiave prospettica)


Burocrazia: le PMI possono cercare di semplificare le procedure amministrative utilizzando strumenti digitali e software di gestione, oppure possono utilizzare servizi di consulenza specializzati per aiutare nella gestione delle pratiche.


Concorrenza internazionale: le PMI possono cercare di sviluppare un marchio forte e riconoscibile, investendo in innovazione e differenziazione del prodotto, oppure possono cercare di specializzarsi in nicchie di mercato o mercati di nicchia, dove la concorrenza è meno agguerrita.


Innovazione: le PMI possono cercare di collaborare con università e centri di ricerca per sviluppare nuove tecnologie e prodotti, oppure possono partecipare a programmi di finanziamento nazionali o europei per l'innovazione.


Fiscalità: le PMI possono cercare di ottenere agevolazioni fiscali e di beneficiare di incentivi statali o regionali, oppure possono cercare di ridurre i costi operativi utilizzando soluzioni digitali e ottimizzando la gestione della produzione.


Formazione: le PMI possono investire nella formazione del personale, sviluppando competenze specifiche e cercando di creare un ambiente di lavoro positivo e motivante, oppure possono cercare di collaborare con le scuole o le università locali per reclutare nuovo personale qualificato.


In generale, le PMI italiane possono superare le difficoltà incontrate utilizzando una combinazione di creatività, flessibilità, innovazione e cooperazione con gli stakeholder locali, come università, istituzioni pubbliche, fornitori e clienti.




 

Unisciti al nostro Canale Telegram

Riceverai una notifica ogni volta che pubblicheremo un nuovo articolo.

Iscriviti per ricevere i nostri aggiornamenti ed entrare nella community di Protezione Patrimoni


 
 




51 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page