301111088347312
top of page
  • Immagine del redattoreRedazione

Come trasferire la proprietà dell’azienda al figlio con il patto di famiglia? Ecco le linee guida

Il patto di famiglia è uno strumento giuridico che consente di pianificare e regolare la successione dell'imprenditore all'interno della sua famiglia. Questo strumento può essere particolarmente utile per le imprese familiari, dove l'imprenditore vuole garantire la continuità dell'attività e proteggere gli interessi di tutti i membri della famiglia.



Ecco alcune linee guida su come utilizzare il patto di famiglia per la successione dell'imprenditore:

  1. Coinvolgere tutti i membri della famiglia interessati: il patto di famiglia deve coinvolgere tutti i membri della famiglia che hanno un interesse nell'attività dell'imprenditore. Questo può includere i figli, i nipoti, i coniugi e altri parenti. È importante che tutti i membri della famiglia siano coinvolti fin dall'inizio e che siano in grado di esprimere le loro opinioni e le loro preoccupazioni.

  2. Identificare gli obiettivi e le priorità: prima di creare un patto di famiglia, è importante che tutti i membri della famiglia discutano e concordino sugli obiettivi e sulle priorità. Ad esempio, potrebbero esserci obiettivi di crescita e sviluppo dell'impresa, di protezione dei diritti dei dipendenti, di mantenimento dell'unità familiare, di protezione del patrimonio, ecc.

  3. Definire le regole di successione: il patto di famiglia deve definire le regole di successione dell'imprenditore. Ad esempio, potrebbe essere stabilito che l'imprenditore passerà la sua quota di partecipazione ai figli o ai nipoti. Inoltre, il patto potrebbe anche stabilire le regole per la gestione dell'impresa dopo la successione, ad esempio definendo il ruolo dei nuovi proprietari e dei dipendenti.

  4. Proteggere gli interessi di tutti i membri della famiglia: il patto di famiglia deve proteggere gli interessi di tutti i membri della famiglia. Ad esempio, potrebbe essere stabilito che i figli che non lavorano nell'impresa riceveranno una quota della proprietà in denaro o altri beni. Inoltre, il patto dovrebbe prevedere la risoluzione di eventuali conflitti che potrebbero sorgere tra i membri della famiglia.

  5. Consultare un avvocato specializzato: la creazione di un patto di famiglia può essere complessa e richiedere l'assistenza di un avvocato specializzato in diritto successorio e in diritto delle imprese. L'avvocato può aiutare a definire le regole di successione, a proteggere gli interessi di tutti i membri della famiglia e a garantire la validità giuridica del patto.



Ma perché un imprenditore dovrebbe scegliere il patto di famiglia per gestire il passaggio generazionale?

Premesso che non esiste uno strumento valido per tutti, certamente il patto di famiglia ha una serie di vantaggi che meritano di essere considerati dai nostri imprenditori.

I vantaggi sono i seguenti:

  1. Continuità dell'azienda: il patto di famiglia è uno strumento utile per garantire la continuità dell'impresa familiare nel lungo termine, assicurando che la proprietà e la gestione dell'azienda rimangano sotto il controllo della famiglia.

  2. Chiarezza dei ruoli e delle responsabilità: il patto di famiglia aiuta a definire chiaramente i ruoli e le responsabilità dei membri della famiglia coinvolti nell'azienda, evitando conflitti e malintesi.

  3. Rispetto della volontà del fondatore: il patto di famiglia permette al fondatore dell'impresa di definire le sue intenzioni e la sua visione per l'azienda, in modo che questa venga rispettata anche dopo la sua morte.

  4. Minimizzazione dei conflitti: il patto di famiglia può aiutare a ridurre i conflitti tra i membri della famiglia coinvolti nell'azienda, grazie alla definizione chiara dei ruoli, delle responsabilità e delle modalità di gestione dell'impresa.

  5. Protezione del patrimonio familiare: il patto di famiglia può aiutare a proteggere il patrimonio familiare, definendo regole per la distribuzione dei profitti e delle quote di proprietà dell'azienda.

  6. Accesso al credito: il patto di famiglia può aiutare a facilitare l'accesso al credito, fornendo alle banche e agli investitori un quadro chiaro sulla proprietà e la gestione dell'azienda.

Non vanno dimenticati i vantaggi fiscali.

  1. Detrazione fiscale per la costituzione del patto di famiglia: la legge prevede una detrazione fiscale del 4% delle spese sostenute per la costituzione del patto di famiglia, fino ad un massimo di 1.500 euro.

  2. Trasferimenti di quote di proprietà a titolo gratuito: il patto di famiglia può prevedere la possibilità di trasferire le quote di proprietà dell'azienda a titolo gratuito, in modo da minimizzare l'impatto fiscale sulla successione.

Per quanto riguarda quest'ultima agevolazione dobbiamo però ricordare che bisogna rispettare una serie di condizioni in capo all'assegnatario.

Egli deve:

- proseguire l’attività per almeno 5 anni e deve rilasciare, al momento della stipula dell’atto, apposita dichiarazione attestante la sua volontà;

- acquistare o integrare, con quanto ricevuto al momento della stipula, il controllo della società, rappresentato dalla maggioranza dei voti esercitabili in assemblea ordinaria.



#pmi #consulentepatrimoniale #pianficazionepatrimoniale #successioni #tasse #fisco #pmi #imprese #imprenditore



 

Unisciti al nostro Canale Telegram

Riceverai una notifica ogni volta che pubblicheremo un nuovo articolo.

Iscriviti per ricevere i nostri aggiornamenti ed entrare nella community di Protezione Patrimoni

https://t.me/protezionepatrimoni


 
 




 

37 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page