• Redazione

Perché è importante il wealth planning?

Semplice: perché ti serve per proteggere il tuo patrimonio sia personale che aziendale e soprattutto in questo periodo storico è ancora più forte questa esigenza.

Se prima questo tipo di servizio era prevalentemente dedicato a famiglie e singole persone con patrimoni rilevanti, oggi si è esteso anche a coloro che posseggono asset di valore meno importante ma che comunque hanno esigenze di tutela che meritano attenzione e soluzioni diversificate.


Ma in sostanza, quando parliamo di wealth planning a che cosa ci riferiamo?


Servizi di gestione patrimoniale, analisi e soluzioni fiscali, soluzioni di risparmio e investimento, previsioni e simulazioni di criticità dei beni mobili e immobili, pianificazione del passaggio generazionale della ricchezza aziendale e personale: questi sono in parte i servizi legati al wealth planning.

E basta questo per comprendere quanto la tutela del patrimonio riguardi non solo zio Paperone.




Beni da proteggere


Beni immobili, fabbricati, terreni, beni immateriali (come i brevetti), beni mobili (auto, gioielli, opere d’arte), ma anche dossier titoli, polizze assicurative e ovviamente la liquidità: sono questi le macro categorie di beni che normalmente costituiscono il patrimonio della famiglia.

Per ognuna di queste possono emergere delle criticità che, se non conosciute, possono portare ad una disgregazione del patrimonio.

Ve ne segnaliamo solo alcune. Prendiamo l’immobile di famiglia: spesso è intestato ad un solo coniuge anche se l’altro ha contribuito all’acquisto e al menage familiare; questa condizione può determinare dei problemi in occasione di un eventuale divorzio.

E in caso di decesso, come potrebbe essere gestita la sua divisione tra tutti gli eredi?

E se invece si tratta di immobili oggetto di investimento? Eppure, non sempre si valutano i rendimenti degli immobili, la loro scarsa liquidabilità e, come nella casa di famiglia, gli eventuali problemi e attriti tra gli eredi in caso di divisione per successione.




Prima gli obiettivi


La legge mette a disposizione una serie di strumenti giuridici: fondo patrimoniale, trust, donazioni, contratto di affidamento fiduciario, testamento eccetera.

Tutti, potenzialmente, possono essere adeguati e allo stesso tempo inadeguati.

Quali sono gli elementi discriminanti? Gli obiettivi e le esigenze del cliente da valutare in combinato con le sue capacità di sostenere le perdite e il suo grado di tolleranza al rischio quando si parla di investimenti.

Questi che abbiamo appena indicato solo gli assi su cui si muove la consulenza patrimoniale: si guarda al cliente nella sua unicità e a 360° e si punta a valorizzare il patrimonio al fine di raggiungere gli obiettivi che sono stati determinati.

.


#protezione #patrimonio #consulentepatrimoniale #famiglia


Unisciti al nostro Canale Telegram

Riceverai una notifica ogni volta che pubblicheremo un nuovo articolo.

Iscriviti per ricevere i nostri aggiornamenti ed entrare nella community di Protezione Patrimoni

https://t.me/protezionepatrimoni



53 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti